shapeimage_1




MARCO FABBRI, bandoneonista, fisarmonicista, compositore, arrangiatore, insegnante, è nato a Bologna il 6 maggio 1963. In seguito ad approfonditi studi sulla musica di Astor Piazzolla, che ha trascritto ed eseguito con il suo gruppo “Latinorum” in varie occasioni, è finalmente approdato alla composizione ed esecuzione di musica propria.
Ha collaborato con il prof. Arnaldo Picchi (docente universitario presso la Facoltà DAMS dell’Università di Bologna) per la stesura delle musiche inerenti l’opera “La storia dell’università di Bologna” registrata e trasmessa dalla RAI nel 1987.
Nell’ambito del Concorso Internazionale “Città di Castelfidardo”, nell’ottobre 1994, si è piazzato al primo posto, ottenendo una menzione speciale dal presidente della giuria Frank Marocco (USA) per la sua composizione originale “Sindrome da tango”. Allo stesso concorso, nell’ottobre 1997, con il suo gruppo “Latinorum” ed un programma di sue composizioni, si è piazzato al secondo posto. Lo stesso anno ha partecipato al Concorso “Astor Piazzolla”, e la sua composizione “Fugheria” è stata scelta fra tante dall’editore e produttore italiano di Piazzolla Aldo Pagani, e inserita in una compilation dedicata al grande Maestro. Ancora nel 1997 ha partecipato alla trasmissione televisiva della RAI “Tango”, dove in veste di bandoneonista, ha avuto l’occasione di collaborare con Milva e Julio Iglesias.

 

Sue trascrizioni delle “4 Estaciones Porteñas” di Piazzolla per violino e pianoforte sono state eseguite dal violinista Luca Fanfoni al Teatro Regio di Parma, poi successivamente incise per Phoenix Classic. Suoi anche gli arrangiamenti per la Fondazione Toscanini di Parma in occasione del 25° anniversario dell’Orchestra Sinfonica dell’Emilia Romagna “Arturo Toscanini“, con esecuzione pubblica il 4 maggio 2000 al Palazzo Farnese di Parma, direttore Vladimir Mendelssohn. In questa occasione si è esibito anche come solista di bandoneon.
Tra i concerti tenuti all’estero, sono da ricordare una riuscita tournèe negli Stati Uniti nel 2002, l’esecuzione del concerto per bandoneon e orchestra di Astor Piazzolla come solista alla München Philarmonie nel 2003, la collaborazione per il Consolato Italiano di Vancouver in Canada nel 2007.
Attualmente lavora con il sestetto “
Quejas de Bandoneòn” , con l’”Ensemble Lumière”, e con "Utopia Quartet", dei quali è ideatore e arrangiatore, gruppi che sono stati in programma in diverse stagioni dei più importanti teatri italiani, quali Vicenza, Piacenza, Urbino, il Teatro Antico di Taormina, teatro Petruzzelli di Bari. Il sestetto è stato invitato al Concorso Internazionale “Astor Piazzolla”, dove si è esibito insieme a Tullio De Piscopo.
Sempre in veste di arrangiatore e solista collabora con i Maestri Giorgio Zagnoni (flauto), Alessandro Specchi (pianoforte), Elio Tatti (contrabbasso), Gianpaolo Ascolese (batteria), Andrea Rucli (pianoforte), Lucio Degani (violino). Con il M° Giorgio Zagnoni, il M° Lorenzo Bavaj ed il Nuovo Quartetto Italiano ha partecipato al concerto straordinario di Josè Carreras che si è tenuto il 5 dicembre 2001 al Teatro Comunale di Bologna, anche qui in veste di bandoneonista ed arrangiatore.
Da alcuni anni fa parte della Etno Pan Jazz Orchestra, con sede all'Auditorium Manzoni di Bologna, di cui è anche arrangiatore.
Da 15 anni svolge anche l'attività di restauratore di strumenti a mantice.
I bandoneon che adopera, con cui ha anche inciso cinque CD da solista, sono del celebre costruttore tedesco Alfred Arnold, e tutti da lui restaurati.

shapeimage_2